Menu

MI PRESENTO

Sono Francesca Di Dio, ho iniziato il mio percorso lavorativo nel 2009 come infermiera presso l’unità spinale del CTO di Torino. Ho intrapreso la carriera da infermiera, poiché da sempre sono stata sensibile alla promozione della salute e ho sempre provato piacere nell’aiutare le persone, rispettandone la dignità ed il proprio percorso di vita. Con il mio carattere sempre pronto a comprendere le esigenze di chi ho davanti, ho pensato che avrei voluto esserci per tutti coloro che ne avrebbero avuto bisogno. Essere un sanitario è uno stile di vita, non una semplice professione.



Perché gli studi osteopatici?


Nel 2013 essere infermiera non mi bastava più, mi rendevo sempre più conto che esiste un punto di vista che la nostra medicina non prende in considerazione, nel cercare di guarire le persone per un sintomo specifico, si perde di vista quella che è la visione globale del paziente. Ho così iniziato a chiedermi se e quali collegamenti ci fossero tra i vari sintomi del paziente. Se ad esempio una persona soffre di un mal di schiena cronico, escluse le patologie della zone in questione, eseguiti accertamenti come rx o risonanza magnetica, che però non mostrano patologie, la causa del problema deve essere comunque ricercata, non basta curare il sintomo con antidolorifici o antinfiammatori, ed è qui che interviene l’osteopata. L’osteopata, quella figura professionale che quando viene nominata, molte persone, purtroppo, non sono in grado di dirti chi sia e cosa faccia. Ecco di cosa si occupa l’osteopata: va alla ricerca della causa del problema, il compito dell’osteopata è trovare la salute e lo fa attraverso un’accurata analisi del vissuto del paziente, attraverso un’analisi posturale globale e specifica, attraverso test che tengono conto delle influenze degli altri distretti corporei, che siano essi ad esempio organi, arti inferiori, fissità delle cicatrici e molto altro, anche se lontani dalla zona di dolore del paziente. L’osteopata osserva la persona come un’unica unità funzionale.

CHE COS’E' L’OSTEOPATIA?

L’osteopatia è una Scienza Terapeutica fondata sulla precisa conoscenza dell’anatomia e della fisiologia umana, è una medicina complementare che si avvale del contatto manuale per la diagnosi e il trattamento, localizza la causa del dolore del paziente, spesso lontana dal sintomo. Sulla base di una raccolta dati del vissuto del paziente e delle sue abitudini di vita, tramite un'indagine palpatoria e attraverso manipolazioni di articolazioni, manovre specifiche su organi e tessuti, si dimostra efficace per il riequilibrio di funzioni vitali, per la prevenzione, valutazione e trattamento di disturbi che interessano: -l’apparato neuro- muscolo- scheletrico -il sistema cranio-sacrale -il sistema viscerale L’osteopatia considera il sintomo un campanello di allarme e mira all’individuazione della causa alla base della comparsa del sintomo stesso, sceglie sempre la tecnica appropriata ad ogni singola persona, può comprendere un trattamento mio fasciale, manovre articolari dirette, tocchi leggeri sulle ossa craniche e sul sacro, leggere pressioni sui visceri.


PRINCIPI SU CUI SI BASA L’OSTEOPATIA

L’ osteopatia agisce sulle enormi capacità di auto guarigione del corpo: la capacità di cercare la soluzione migliore all’insorgere di un problema, ma se la soluzione non dovesse arrivare, il corpo ci avverte inviandoci l’unico segnale in grado di farsi ascoltare: il sintomo. Il sintomo è rappresentato da un disturbo ben definito che ci limita nella vita di tutti i giorni. È espressione di disturbi generati da infiammazione e stress adattativo, responsabili di dolori e patologie croniche. È qui che interviene l’osteopata, ripristinando la corretta funzione del nostro organismo, tradotto in parole semplici, l’osteopata è in grado di farci sentire meglio e quindi vivere meglio, da un punto di vista bio-psico-fisico togliendo stanchezza, debolezza e vulnerabilità. Se stiamo bene, non solo riusciremo ad adattarci al meglio, ma saremo anche più efficaci nella vita di tutti i giorni.

A CHI SI RIVOLGE L’OSTEOPATIA

Le indicazioni sono molteplici e utili a qualsiasi età. Generalmente il primo motivo per il quale si sceglie di affidarsi all’osteopata è un comune mal di schiena, passando dalla lombo-sciatalgia e/o cervicalgia. Ma i pazienti scopriranno che la seduta risulta efficace anche per problemi a cui ormai si erano rassegnati.

SERVIZI

Cosa vi offriamo.

OSTEOPATIA E GRAVIDANZA

Utile in gravidanza quando il pancione cresce e porta a cambiare gli schemi posturali della mamma, aumenta la curvatura lombare, per compenso si modifica anche quella dorsale, causando tensioni lungo tutta la colonna vertebrale ed è per questo che durante i 9 mesi la futura mamma può andare incontro a dolori come lombalgia, cervicalgia, mal di testa, tunnel carpale che si può manifestare per compressione del nervo mediano, dovuto alla maggior ritenzione idrica e ai cambiamenti ormonali del corpo della mamma. L’osteopata tramite manipolazioni delicate, agisce sulle articolazioni, sulla componente fasciale, cranio-sacrale e circolatoria; nella mamma il trattamento è finalizzato al miglioramento dei dolori che insorgono durante la gravidanza e lavorando sul sistema linfatico, aiuta a migliorare la stasi venosa. Agendo sul riequilibrio del sistema neuro-vegetativo, è di aiuto nella gestione delle nausee. Oltre ad essere efficace sui dolori che possono insorgere in gravidanza, le manipolazioni osteopatiche consentono di arrivare al parto in condizioni fisiche ottimali, lavorando soprattutto sulle strutture della pelvi (bacino, pube, muscolatura del pavimento pelvico) rendendole libere e mobili in preparazione al passaggio del bimbo, riducendo tensioni dolorose provate dalla mamma e facilitando le “fatiche” del bambino, che subirà quindi meno traumi durante la nascita.

UTILE ANCHE AL NEONATO

Il momento del parto richiede anche per il bambino un impegno considerevole, il bimbo spinge per avanzare lungo il canale del parto, mentre la sua testolina deve restringersi per adattarsi alle misure del bacino, riuscendoci grazie alle sue ossa, ancora non completamente ossificate, in grado quindi di affrontare e assorbire il “trauma” del parto. Quando la nascita è invece stata particolarmente difficile, ad esempio un lungo travaglio, parto con l’uso di strumenti ostetrici, parto podalico, queste situazioni possono poi portare al neonato disturbi di vario genere, come rigurgiti, colichette, irascibilità, difficoltà ad addormentarsi. L’osteopata, tramite manipolazioni estremamente delicate, corregge queste disfunzioni mettendo il neonato in condizioni di stare meglio.

OSTEOPATIA DENTI E POSTURA

L’osteopata considera il corpo nel suo insieme, tutto è collegato ed è necessario verificarne l’armonia globale, l’osteopata è abituato ad individuare la vera causa di ogni disturbo. La postura deve assicurare l’equilibrio, l’orizzontalità dello sguardo e funzioni motorie ottimali, la mal occlusione può creare uno sbilanciamento della muscolatura del corpo. Un problema di mal occlusione, a lungo andare, incide sul sistema cranio-cervico-mandibolare e sulla postura causando una serie di segni e sintomi come: • Dolori all’ATM (articolazione temporo-mandibolare) localizzati all’orecchio • Digrignamento e serramento notturno dei denti • Mal di testa (cefalea ed emicrania) • Click articolare • Dolori cervicali e alle spalle, tensioni muscolari a livello della mascella • Instabilità, vertigini • Sinusite I problemi relativi all’articolazione temporo-mandibolare possono risultare debilitanti poiché influenzano i movimenti mentre parliamo, mangiamo e beviamo, le cause associate alla mal occlusione possono derivare da problemi posturali, da traumi diretti e da interventi ai denti come ortodonzia, estrazione, ponti. Denti, mandibola e i relativi muscoli masticatori sono collegati a livello anatomico e funzionale con i muscoli della regione anteriore e laterale del collo, con i muscoli delle spalle, scapole e torace; anche fino al bacino. Questa correlazione esiste anche con il sistema digerente (lingua, laringe, esofago, stomaco) e con il sistema viscerale; una masticazione sbagliata può quindi creare disturbi artcolari, problemi posturali e scompensi nella deglutizione. Una problematica di mal occlusione può nascondere più di una causa, ed è per questo che l’osteopata collabora spesso con medici quali Gnatologo, odontoiatra, ortodontista.

OSTEOPATIA VISCERALE

Con il termine viscerale si intendono gli organi interni e le loro membrane. La sfera viscerale con l’insieme degli organi dell’addome, del torace e del bacino è parte funzionale del nostro corpo; la maggior parte delle persone associa le manipolazioni osteopatiche solo al trattamento del dolore muscolo scheletrico, ma ogni volta che il nostro corpo si muove, con esso si muovono anche gli organi. Gli organi interni permettono al tronco di effettuare il suo naturale movimento, la presenza di restrizioni,tensioni e aderenze possono portare al restringimento del movimento stesso stressando cosi’ gli organi che modificheranno la loro funzionalità. Si possono verificare difficoltà nella funzione di eliminazione da parte di organi emuntori come fegato, polmone e reni e anche nelle funzioni di transito e assorbimento alimentare legati all’apparato digerente. L’intervento dell’osteopata è volto al recupero della mobilità viscerale che può essere sufficiente ad alleviare un mal di schiena persistente, rivelandosi anche idoneo nelle problematiche di gastriti, gonfiore e stitichezza, colon irritabile. Quando l’osteopata interviene manipolando strutturalmente una determinata zona del nostro corpo, manda un segnale neurologico ai visceri innervati da quel distretto corporeo per poi arrivare ad eliminare un dolore o una sofferenza strutturale a volte anche solo ed esclusivamente trattando i visceri.

Showcase

Gallery.

Contatti

Richiedi informazioni

Scrivi un messaggio
Sending...
Your message was sent, thank you!
CONTATTI

Francesca Di Dio
Cell. +39 3349576163 info@francescadidio.it
www.francescadidio.it
P.Iva 12147850015

Francesca Di Dio - MioDottore.it